sabato 23 giugno 2012

Una torta "Candy Candies"




I condòmini non sono tutti uguali. Non sono sempre come si racconta nei servizi dei telegiornali, covi di malumori e frustrazioni da sfogare con l’inaffiamento selvaggio dei gerani o lunghe sessioni notturne di chitarra elettrica. A volte le persone basta conoscerle un po’ per sfatare tutti i pregiudizi.
Basta ritrovarsi una sera tutti intorno a un tavolo, gustando un po’ di sano cibo rustico pro partita, i campionati Europei sono un’attrazione irresistibile per barbecue improvvisati e damigiane di vino “home made” da bere in compagnia, e il gioco è fatto.
Tra una parola e l’altra, poi, può anche succedere che la vicina con cui scambi qualche parola frettolosa nel pianerottolo mentre rovisti nella borsa in cerca delle chiavi di casa, ti chieda una torta per la sua piccolina. È una bambina di otto anni, con i codini e il sorriso disarmante che hanno tutti i bambini della sua età, perciò come si fa a dire di no?
Se poi ti viene imposto il veto al Pandispagna e dato l’obbligo di una crema al cioccolato che sopravviva indenne al caldo torrido di questi giorni, la sfida si fa interessante.

TORTA CANDY CANDIES
Ingredienti:
800gr di farina 00 bio
40gr di lievito per dolci
400gr di zucchero Muscovado
2 cucchaini di estrato naturale di vaniglia
2 pizzichi di sale
1 litro di latte intero
2 cucchiaini di bicarbonato
200gr di cioccolato fondente
200gr di cioccolato al latte
1 cucchiaio di gelatina di albicocche
Per la farcitura:
200gr di crema di nocciole al cacao
250gr di mascarpone
250di panna da montare molto fredda
Per la copertura:
240gr di formaggio spalmabile in panetti freddi
200gr di zucchero a velo
125gr di burro
½ cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
1 pizzico di sale
2 leccalecca rosa a forma di cuore, gelées di frutta, fragoloni di zucchero
carta e nastri colorati

Iniziamo col preparare la torta.
Accedere il forno a 175°.
Versare in una ciotola tutti gli ingredienti secchi avendo cura di setacciare la farina e il lievito, e a parte fondere i cioccolati.
Una volta fuso aggiungere al composto gli ingredienti liquidi, mescolare rapidamente e versare in due tortiere di 24cm di diametro opportunamente imburrate e infarinate. Cuocere il dolce per circa 45 minuti, lasciar raffreddare completamente e sformare.
Una volta pronto tagliare le torte in modo da ottenere 4 dischi.
Preparare la crema lavorando brevemente la crema di nocciole con il mascarpone, e poi aggiungervi la panna montata. Lasciare fermare la crema una notte in frigorifero.
Farcire la torta ripartendo la crema in tre strati, ricoprire con un velo leggero di gelatina di albicocche, questo farà in modo che il dolce rimanga fermo e che la decorazione abbia una buona presa sulla torta (col caldo che fa bisogna utilizzare qualche piccolo accorgimento, se si vuole evitare il disastro!), e far riposare in frigo per qualche ora.
Nel frattempo preparare la crema per la copertura.
In una ciotola lavorare il burro a crema, aggiungere gradatamente il formaggio a pezzettini, l’estratto di vaniglia, il sale e infine, a piccole dosi, lo zucchero a velo (a meno che non vogliate dare un po’ di cipria bianca alle pareti, s’intende!). Lavorare la crema e lasciarla raffreddare in frigorfero.
Mentre il vostro frigorifero fa il suo dovere refrigerante voi uscite a procurarvi caramelle e carta per realizzare il cake bunting (per questo potrete prendere spunto da tutti i fantastici blog esistenti sull’argomento, a voi la scelta).
Una volta che tutto si sarà raffreddato ben bene procedete ricoprendo la torta con la crema al formaggio dando piccoli colpetti con il dorso del cucchiaino, come se doveste disegnare il mare che avete sognato per tutta la settimana dalla scrivania del vostro ufficio. Ricoprire la torta con le gelées alla frutta spargendole qua e là, disporre i fragoloni come fosse un girotorta e legare il cake bunting ai leccalecca.
Bene, adesso ci si diverte un po’. Prendete il vostro cake bunting e inseritelo nella torta. Fate piano, non dovrete scoprire il petrolio…un po’ di attenzione, un’ultima ritoccata alla copertura et voilà, la torta “Candy candies” è pronta per la festa!
Chiudete tutto nel portatorta, tenete in frigorifero sino al momento di servire e poi…TANTI AUGURI!!!!!



10 commenti:

  1. Ciao, passo per avvisarti che sei ancora in tempo per partecipare al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona giornata!
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua segnalazione, spero di riuscire a partecipare al tuo contest!
      Ad ogni modo complimenti, il tuo blog è proprio carino, soprattutto pieno di tante ricette interessanti...gelato al burro d'arachidi sarai mio!!!:)

      Elimina
  2. Ciao e grazie di esser passata!!!!Mi ha fatto molto piacere davvero!!Scusa se passo solo ora ma..ho mille impegni e poco tempo ahimè!!UN BACIO
    ps MERAVIGLIOSAAAA questa torta!!!!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao...ma grazie a te di aver ricambiato il saluto! Ti assicuro che il piacere è reciproco e che come te ho mille impegni, ma la cucina resta sempre il primo amore, no? Un bacio e alla prossima!

      Elimina
  3. Questa torta si che farebbe felice ogni bambino...è un tripudio di golose bontà! A dire il vero farebbe felice anche me che bambina non lo sono più da un pò.Alla prossima squisitezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roby! Che dire, non si smette mai di essere bambini, e ogni tanto ricordarselo, anche se con qualcosa di frivolo come può esserlo una torta, credo non possa far altro che migliorare le nostre giornate. Un abbraccio e grazie di essere passata!

      Elimina
  4. ma che meraviglia, immagino la felicità della piccola festeggiata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la festeggiata ha gradito...ma è stato ancora iù bello realizzare la torta. Mi sono divertita come una bambina! Un bacio e alla prossima!

      Elimina
  5. Strepitosa e molto coreografica! Complimenti e grazie per la visita! A presto :)

    RispondiElimina